Castagnola Ieri

I LUOGHI DI SEPOLTURA
L‘antico cimitero si trovava dove è stata costruita la Chiesa, infatti il sacrato tutt’oggi è chiamato “Cimiteri”.
Ultimata la Chiesa i cadaveri venivano messi sotto il pavimento, nei suoi tre sepolcri così destinati: il più grande di tutti , distinto dalla botola di marmo, per i preti; gli altri due con le botole in macigno, uno per gli adulti e l’altro per i bambini, quest’ultimo era detto sepolcro degli Angeli. Qui furono sepolti fino al 1808, anno in cui le leggi vietarono la tumulazione nella Chiesa.

Per quattro anni, e cioè dal 1808 al 1812, le salme dei defunti furono provvisoriamente deposte in località “Monte Dinanzi”. Nel 1812 fu inaugurato un nuovo cimitero vicino al campanile, dietro la chiesa nel quale furono ritumulati i cadaveri posti in precedenza al “Monte Dinanzi”.
Nel 1882 fu fatto l’attuale cimitero al “Collettino”.

La Chiesina di San Luigi
L'Economia del paese